L’architettura può essere poesia?

Posted on Ago 28, 2015

L’architettura può essere poesia? è il titolo di un evento organizzato da Open Zona Toselli.

Open Zona Toselli è un progetto che si occupa di arte contemporanea, architettura, poesia, musica e cultura. Nasce dall’idea di inserire “l’arte” (musica, arti visive, letteratura, poesia) in un contesto espositivo alternativo cioè nei locali commerciali e/o artigianali della periferia senese.

Dall’inizio del 2015 Open Zona Toselli si è dedicata all’architettura contemporanea ed ha intitolato questa rassegna di eventi Arte dell’architettura.

Il prossimo progetto all’interno di questa rassegna partirà ad ottobre 2015 e avrà il titolo: L’architettura può essere poesia? [Il titolo è stato preso da una conferenza tenuta da Carlo Scarpa all’Accademia delle Belle Arti di Vienna nel 1976 che cita questa frase di Frank Lloyd Wright, pronunciata in una conferenza a Londra.] e si articolerà in 4 serate-talk dove poeti ed architetti parleranno di poesia, prosa e architettura, con lo scopo di “scambiare i ruoli” fra l’architetto che parla di poesia e il poeta di architettura con l’inversione delle parti che sarà il pretesto per parlare di arte a 360 gradi.

Abbiamo contattato poeti tra i quali Alessandro Fo, Giacomo Magrini, Antonio Prete, Matteo Pelliti, Goffredo Serrini (architetto e poeta) e gli architetti Carlo Nepi, Augusto Mazzini, Riccardo Butini, Alessandro Bagnoli, Paolo Mazzini (architetto e poeta) e l’artista Marcello Aitiani, che hanno aderito all’iniziativa.

Moderano gli incontri Marina Gennari e Francesco Ricci.

Letture di Rita Ceccarelli

Una serata si svolgerà nelle stanze della Pinacoteca Nazionale di Siena (16 ottobre), gli altri incontri saranno organizzati presso i locali dello show-room Casanova Arredo Contemporaneo in Viale Toselli 25 a Siena (il 9 ottobre e il 6 e il 20 novembre).

Inoltre ci saranno degli interventi musicali dove si alterneranno un quartetto formato da Irene maggio (violino) Alice Sodi (violino), Leonardo Ricci (violino) e Luca Cubattoli (viola) e il solista Kevin Mucaj.

Gli incontri termineranno con la degustazione di prodotti offerti da produttori locali: Azienda Agricola Biologica Il Pereto di Rapolano Terme con degustazioni preparate con i prodotti dell’azienda, il Birrificio Agricolo delle Crete Senesi La Stecciaia di Rapolano Terme, l’azienda dolciaria Masoni Pietro Srl di Colle val d’Elsa con i suoi dolci tipici della tradizione senese e l’Azienda Agricola Montechiaro di Alessandro Griccioli a Castelnuovo Berardenga, con una degustazione dei suoi vini Terre del Grigio.

La programmazione dei talk si pone all’interno della Settimana Verso Contemporaneo, settimana di arte e architettura contemporanea – che va dal 10 al 17 ottobre 2015 nelle sale del Santa Maria della Scala – come evento esterno collaterale ed anche a cavallo della Giornata del contemporaneo del 10 ottobre (http://www.amaci.org/gdc) con l’opening programmato per il 9 ottobre della mostra Ho mulini di idee* con una serie di installazioni realizzate da architetti e poeti presso Casanova arredo contemporaneo in Viale Toselli 25 a Siena.

*[Angelo Maria Ripellino rivolgendosi ai suoi studenti: “ho mulini di idee, di piani, di progetti, da svolgere con voi, perché voi siate più “miei” e continuiate questo taglio del bosco, questo rinnovamento, questo sterminio dei luoghi comuni”]

I talk sono nel programma Siena 2015 Capitale Italiana della Cultura

Con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Siena

Con la collaborazione del LitBlog di poesia Poetarum Silva (http://poetarumsilva.com)

Organizzazione a cura di Alessandro Bellucci e Maria Gargano

banner_728x90

 

 

 

Fai una donazione tramite Eppela